Tag archive

Piazza Augusto Imperatore

Gino Sorbillo, the Neapolitan pizza master, lands in Rome

in ENG
Gino Sorbillo (Instagram)

Another Neapolitan excellence arrives in Rome: Gino Sorbillo‘s pizza, which, after Milan, opens a restaurant also in the eternal city. In the location of the former restaurant Rhome in Piazza Augusto Imperatore, in the heart of the historical center, the Neapolitan pizza master will bring his selection of seasonal products, with an eye always attentive to the excellence of the territories of central and southern Italy. The style of the pizzeria will be very similar to that of Via dei Tribunali in Naples, with white majolica tiles and the typical furniture of true Neapolitan pizzerias. Seven pizzas on the menu, starting from the inevitable margherita, marinara, yellow and the one with the Piennolo tomatoes, seven beers, seven wines and seven desserts, with a price of 7 euros per pizza, quite contained compared to the average of the capital because the ‘intent, explains Sorbillo, is to turn to students, employees, lovers of real pizza.

 

Gino Sorbillo sbarca a Roma: nuova pizzeria in Piazza Augusto Imperatore

in Fattore Wow
Gino Sorbillo (Instagram)

Sbarca nella Capitale un’altra eccellenza napoletana: la pizza di Gino Sorbillo che, dopo Milano, apre un locale anche a Roma. Nella location dell’ex ristorante Rhome di piazza Augusto Imperatore, in pieno centro storico, il maestro della pizza partenopea porterà la sua selezione di prodotti stagionali, con l’occhio sempre attento alle eccellenze dei territori del centro e del Sud Italia. Per chi conosce lo storico locale di via dei Tribunali, il nuovo ‘Lievito madre’ sarà un po’ come tornare nel cuore di Napoli: lo stile infatti sarà molto simile, con le maioliche bianche e l’arredamento tipico delle vere pizzerie partenopee. Sette le pizze sul menù, a partire dalle immancabili margherita, marinara, gialla e quella con i pomodorini del Piennolo, sette birre, sette vini e sette dolci, con un prezzo di 7 euro per pizza, piuttosto contenuto rispetto alla media della Capitale perché l’intento, spiega Sorbillo, è quello di rivolgersi a studenti, impiegati, agli amanti della vera pizza. 

 

Go to Top